Roma. Nietzsche e finestra alcuna

La cosa che più mi è rimasta impressa leggendo (un bel po’ di anni fa) l’opera di Nietzsche –” Così parlò Zarathustra” – fu l’immagine di questo spazio immenso privo di finestre – e non parlava solo di finestre materiali – il concetto di infrangere cose e limiti, di avere un’apertura mentale così ampia da andare oltre, ancora oltre, e ancora di più…

Eccomi qui…

Roma, in una mattinata talmente mite da non consentire nemmeno di tremare,

con un sole che fa capolino tra nuvole morbide e leggere,

e una luce che nemmeno il miglior filtro fotografico sarebbe in grado di eguagliare.

Finestra, alcuna.

Ci sono i miei occhi, che certo hanno dei limiti visivi ben delineati,

ma la mia mente no, ora, dinanzi a cotanta bellezza, non mostra limiti.

Vola.

Oltre.

E ancora di più.

roma-christmas-day-robyzl-serendipity

Non hai ancora votato? Cosa Aspetti?

Follow me and click here – clicca sul cuore ♥

Annunci

30 pensieri su “Roma. Nietzsche e finestra alcuna

  1. Aw, this was an extremely nice post. Taking a few minutes and actual effort to generate a superb article… but what can I
    say… I hesitate a lot and never manage to get anything done.

  2. Howdy, I believe your web site may be having browser
    compatibility problems. When I look at your site in Safari, it looks fine
    however, if opening in Internet Explorer, it has some
    overlapping issues. I merely wanted to give you a quick heads up!
    Aside from that, wonderful blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...